Com'è cominciata

Le prime testimonianze

Le prime testimonianze della produzione di una coscia di suino conservata con il sale, cosa che oggi chiamiamo prosciutto, risalgono a tempi molto antichi, da allora la lista degli ingredienti è rimasta invariata: coscia di suino e sale marino.

Coniugare questi due ingredienti per raggiungere un risultato di qualità potrebbe far pensare ad un prodotto facile, banale, di semplice produzione. La verità è che i maiali non sono tutti uguali, e nemmeno il sale.

Nonostante i due soli ingredienti le variabili sono moltissime! Sta nella sensibilità del produttore, nella sua filosofia produttiva, nel rispetto della tradizione e della lavorazione, l’enorme differenza qualitativa che si può trovare tra un crudo di primo prezzo e uno di alta gamma.

Gli stessi ingredienti

Per il prosciutto gli ingredienti sono rimasti gli stessi, ma è cambiato molto il modo di essere consumato. Da cibo relegato a rallegrare le tavole delle occasioni importanti, negli ultimi 30 anni il prosciutto si è andato via via reso sempre più POP. Per noi il prosciutto è un alimento adatto ad essere consumato ogni giorno, semplice, ma non banale, destinato a tutti, soprattutto a chi lo sa apprezzare. Questo per noi è “Simply Luxury Food”.

Curiosità

Subito dopo il disastro di Cernobyl, la domanda di prosciutti ha avuto una crescita inaspettata perché il prosciutto salato prima dell'incidente era sicuramente libero da contaminazioni.
Ciò ha spinto i prosciuttai di San Daniele a produrre molto di più rispetto a quanto erano abituati a fare normalmente. Questa richiesta si è ridimensionata tanto rapidamente quanto è cresciuta, costringendo tutti i prosciuttifici di San Daniele a concentrarsi nella ricerca di nuovi sbocchi commerciali e Natalino, rispolverando un’idea del figlio Carlo, unitamente a tutta la famiglia, crea la prima Prosciutteria al mondo. L’obiettivo del nuovo locale era quello di esaltare al massimo le qualità del prosciutto rendendolo l’ingrediente principale, accompagnato da pasta fatta in casa, verdure e dolci. Fu così che negli anni a seguire, per garantire la massima qualità non solo del prosciutto, ma anche dei prodotti che aiutavano ad esaltarlo, nacquero il pastificio, il centro cottura e il forno.